Think Forward Film Festival 2013: cinema e scienza parlano di climate change

La scienza impara il linguaggio del cinema e il cinema affronta i temi scientifici. Alla Fondazione Querini si discute di cambiamenti climatici con cortometraggi e film per immaginare futuri possibili.
Venerdì, 6 Dicembre, 2013 - 10:00 to Sabato, 7 Dicembre, 2013 - 20:30
Echo Planet è il film per grandi e piccini che attendiamo di vedere alla Fondazione Querini Stampalia domani sabato 7 dicembre alle 14.30.
Per aiutarci a guardare lontano e immaginare il futuro torna Think Forward Film Festival, la rassegna di cortometraggi e film con cui la scienza si esprime attraverso il cinema.
 
Film fantasy, documentari e cartoon che disegnano scenari possibili e indicano soluzioni, incontri, dibattiti e aperitivi. Informazione per formare nuove coscienze consapevoli, anche attraverso la collaborazione delle scuole. Questo è l'obiettivo del Festival, che apre le due giornate con due incontri con i ragazzi e le ragazze delle scuole elementari e superiori, e con attività pensate per le diverse fasce d'età.
 
Da non perdere, nei venerdì e sabato alle 20, gli Aperitivi Think Forward per commentare le pellicole viste e chiacchierare di cinema e scienza.
 
 
Think Forward Film Festival 2013

Fondazione Querini Stampalia, Venezia

6 - 7 dicembre 2013
 
 
Alberto Crespi e Rocco Giurato sono i direttori artistici di questa edizione che vedrà 17 cortometraggi in concorso provenienti da tutto il mondo (Giappone, Germania, Thailandia, Uzbekistan, Macedonia, etc.), 2 fuori concorso, 4 lungometraggi, 1 mediometraggio e 1 tavola rotonda, e una giuria d'eccezione: Luigi Lo Cascio, attore e regista di cinema e teatro, Alba Rohrwacher, attrice, Luigi Vittorio Cogliati Dezza, Presidente Nazionale di Legambiente, Michele Emmer, professore di matematica all’Università di Roma La Sapienza e filmmaker, e Chiara Mio, professore di Ca’ Foscari Venezia e Delegata alla sostenibilità ambientale dell’ateneo.
 
Il Festival e' un progetto dell'International Center for Climate Governance (ICCG), in collaborazione con la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) e la Fondazione Giorgio Cini, ospitato della Fondazione Querini Stampalia, luogo predisposto alla cultura nel cuore di Venezia, una realtà fisiologicamente più che mai legata all'evoluzione del cambiamento climatico.
 
Il tema del cambiamento climatico è quanto mai attuale e drammaticamente presente. È necessario quanto prima intervenire per ridurre l'emissione dei gas a effetto serra da un lato, e dall’altro fornire gli strumenti necessari per preparare i territori e le popolazioni a questa nuova realtà. Non è un caso che proprio quest'anno sia stato pubblicato il Quinto rapporto sulle basi fisiche dei cambiamenti climatici, uno dei più importanti eventi nel dibattito internazionale sul tema, che indica le attività umane come principale causa dominante del riscaldamento osservato fin dalla metà del XX secolo. 
 
Parlarne diventa sempre più importante, ma il linguaggio della scienza non è l'unico: TFFF ha scelto il linguaggio del cinema, ideale per veicolare informazioni e messaggi scientifici e capace di toccare le sensibilità di tutti, anche dei più piccoli. In continuità con l'edizione precedente verranno proiettati i due cortometraggi prodotti da due classi di scuole elementari coinvolte durante l’anno dalle attività dell’ICCG: Super Zoo e Il Giardino Floreale (sabato 7, ore 14.30).
 
Raccontare la scienza (venerdì, ore 18.30), è la tavola rotonda sul legame fra scienza e cinema moderata da Alberto Crespi e Rocco Giurato, a cui parteciperanno tra gli altri Michele Emmer e Luigi Lo Cascio. Al termine verrà proiettato il coraggioso mediometraggio Con il fiato sospeso di Costanza Quatriglioche denuncia le vicende della facoltà di Farmacia di Catania e la condizione dei giovani ricercatori nel nostro Paese, senza futuro e avvelenati da amianto e benzene.
 
Eventi speciali saranno le proiezioni di quattro film d'autore:
Revolution di Rob Stewart  (venerdì 6, ore 20.30), prodotto da Gus Van Sant.
Echo Planet di Komkim Kemgumnird (sabato 7 ore 14.30), film d'animazione per grandi e piccoli che racconta la storia avventurosa di tre ragazzini che hanno trovato il modo di salvare il Pianeta dal disastro ambientale.
Peak di Hannes Lang (sabato 7, ore 16.30): un viaggio-documentario sullo sfruttamento  sconsiderato del territorio delle Alpi a favore di un turismo di massa non rispettoso dell'ambiente.
La città ideale di Luigi Lo Cascio (sabato 7, ore 20.30) che racconta il sogno di un fervente ecologista che cerca in Siena la città ideale in cui riuscire a vivere in maniera completamente sostenibile, ma che verrà coinvolto in accadimenti confusi e misteriosi che metteranno in dubbio le sue certezze.
 
Da non perdere, tutti i giorni alle 20, gli Aperitivi Think Forward per commentare le pellicole viste, chiacchierare di cinema e scienza e gustare piacevolmente le birre Furia del Birrificio Artigianale Veneziano.
 
 
 
 
Coerente con il suo messaggio il Think Forward Film Festival ha fatto della sostenibilità il suo principio fondante: la carta utilizzata è riciclata con certificazione FSC e il catering a chilometro zero. La produzione di CO2 viene ridotta prediligendo dal punto di vista organizzativo le modalità di comunicazione digitale agli spostamenti in aereo.  
 
La Fondazione Querini Stampalia ricorda a tutti i genitori che volessero partecipare al TFFF che Casa Macchietta potrà ospitare i loro bambini, facendoli giocare e creare piccole grandi meraviglie ecosotenibili utilizzando, come sempre, materiali di riciclo e tanta fantasia.
 
 
Articolo di Elena Lazzaroni